Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è martedì 28 maggio 2024

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Counseling Day 2023


 
Egregio Direttore, le dichiarazioni pubblicate dal suo giornale circa 'prove di dialogo' tra ordini ed associazioni mi lasciano davvero molto perplesso: nessun incontro e tanto meno accordo è mai avvenuto tra il Colap e rappresentanti del CUP. Peraltro Ella sa bene che la mia proposta di incontro pubblicata sul suo giornale, dopo una prima accoglienza, è stata rifiutata. Evidentemente, se la notizia è vera, qualcuno si è autoproclamato rappresentante del mondo associativo ed ha trovato sponda facile nel CUP in quanto è andato a proporgli le cose che gli ordini da sempre chiedono, novelli Erode, con la speranza di riuscire ad uccidere in culla le associazioni professionali.

A questo punto occorre fare chiarezza.

Il CoLAP, nato oltre dieci anni fa, è l’unico vero rappresentante del mondo delle professioni non regolamentate. Nel suo sito, sin dall’inizio, è pubblicato l’elenco delle associazioni professionali che vi aderiscono, la sua struttura organizzativa, il suo statuto. IL Colap non ha mai proposto il riconoscimento della professione e non si è mai fatto promotore della possibilità di una certificazione di parte terza delle competenze. La posizione del CoLAP non si è certo modificata in questi giorni.

Il CoLAP chiede la regolamentazione delle associazioni professionali, poiché solo così si da risposta all’evoluzione sempre più rapida dei saperi e flessibilità al sistema professionale, scongiurando il rischio andare a scimmiottare il sistema ordinistico che soffre proprio della cristallizzazione delle competenze, e per questo invecchia irreparabilmente.

Del pari il CoLAP vuole che le associazioni che ne abbiano i titoli, e solo quelle, vengano autorizzate a rilasciare l’attestato di competenza perché è la comunità dei professionisti che le compongono che ha il possesso della informazione rilevante che consente di valutare con senso e contenuto la preparazione. Non siamo contro la certificazione, ma la certificazione deve essere delle procedure per il rilascio dell’attestato, non della competenza specifica, in quanto anche i bambini capiscono che valutare il saper fare dei professionisti non regolamentati non può essere lasciato a chi non esercita lo stesso lavoro.

Sappiamo che da qualche tempo qualcuno si propone come rappresentante del mondo associativo senza averne i titoli, facendosi promotore di azioni modellate affinché siano il più possibile vicine alle volontà degli ordini. L’unica notizia nota è che al suo interno sono presenti soggetti che hanno assieme la figura del professionista e quella del certificatore: mirabile esempio di terzietà della certificazione ed ennesimo caso di autoreferenzialità! Forse per questo si fa paladino di una causa che non è finalizzata a rendere il sistema più competitivo, quanto piuttosto ad incatenarlo entro confini prestabiliti che altro non sono che una brutta copia del sistema ordinistico che ha funzionato nel passato, ma che ora, è sotto gli occhi di tutti, si è invecchiato ed apre spiragli per business privati, a spese dei professionisti associativi.

Quel che non possiamo condividere è che giornali seri come il Suo accreditino posizioni di qualcuno come espressione del mondo associativo nella sua globalità: siamo stanchi di vedere infangato ogni volta il duro lavoro che portiamo avanti spinti solo dall’entusiasmo che ci viene dal sapere che la nostra causa è giusta e mantenendo la stessa coerenza e tenacia di sempre.

titolo: Lupoi scrive al direttore di Mondo Professionisti
autore/curatore: Giuseppe Lupoi
fonte: CoLAP
data di pubblicazione: 14/07/2009

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2024 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.