Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è mercoledì 24 luglio 2024

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Counseling Day 2023


 
Qualcosa si muove all'orizzonteGiovedì scorso alla Camera dei deputati è stato presentato, a firma dell'On. Adolfo Urso, un ordine del giorno con il quale si chiede al Governo Monti di approvare quanto prima il testo di un disegno di legge approvato lo scorso 30 novembre dalla decima Commissione della Camera dal titolo Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini e collegi.

Tale ddl, approvato da 3 delle 4 commissioni cui era stato inviato per il parere di competenza, prevede in sostanza che vengano creati - a livello legislativo - dei meccanismi attraverso i quali riconoscere l'attività svolta da professionisti che non sono iscritti in ordini o collegi professionali.

Il ddl è molto interessante poiché, al suo interno, oltre ad un riconoscimento generale di dette attività, prevede la regolamentazione (ad un qualche livello) delle associazioni professionali di categoria nonché un sistema per l'attestazione ai propri iscritti di specifiche competenze.

In generale la richiesta di discussione - approvata dal Governo - della proposta di Legge C1934 è un importante passo avanti verso la liberalizzazione del sistema professionale italiano, anche in considerazione che la pdl è stata sostanzialmente approvata da PDL, PD, centristi e IDV.

Per quanto riguarda noi, più da vicino, possiamo dire che AssoCounseling fin dalla sua costituzione è stata impostata con già tutte le caratteristiche necessarie per poter essere un domani accreditata / riconosciuta / regolamentata. Fin dall'inizio abbiamo voluto scommettere sul fatto che, prima o poi, si sarebbe addivenuti ad una liberalizzazione del sistema professionale italiano, liberalizzazione che necessariamente, a nostro giudizio (e avevamo visto giusto), doveva essere nettamente disgiunta dalla sorte degli Ordini professionali.

E' importante ricordare infatti che tutte le varie proposte di riforma delle professioni approdate in Parlamento dal 1996 ad oggi sono naufragate sostanzialmente perché le stesse prevedevano in contemporanea la riforma degli Ordini e la riforma delle associazioni professionali. A causa di ciò, le forze in campo che si contrapponevano, hanno creato di fatto una situazione di stallo legislativo. Ora sembra che il Parlamento abbia imparato la lezione, e giustamente propone due diversi binari e due diversi iter per la riforma del sistema: da una parte una riforma degli Ordini professionali, dall'altra l'addivenire ad una qualche forma di regolamentazione delle professioni non ordinate.

Quando abbiamo costituito AssoCounseling eravamo consapevoli del fatto che avremmo dovuto chiedere ai futuri soci uno sforzo ben maggiore di quello richiesto da altre associazioni. Tale sforzo era, a nostro avviso, necessario per poter essere un'associazione in linea con lo stato dell'arte italiano ed europeo in tema di professioni non ordinate.

Vale la pena di ricordare, ai vecchi soci e soprattutto ai nuovi, che AssoCounseling si è costituita nel pieno rispetto dell'art. 26 del D. Lgs. 206/2007, attualmente l'unica norma certa che abbiamo in Italia sull'assetto delle associazioni professionali di categoria.

Ma siamo andati ben oltre, poiché l'associazione è totalmente rispettosa ed in linea con la Direttiva Comunitaria sulle qualifiche professionali (36/2005/CEE), la Direttiva Comunitaria sui servizi (123/2006/CEE), il recepimento italiano della Direttiva qualifiche (D. Lgs. 206/2007), il codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003) e il Codice del Consumo (D. Lgs. 206/2005).

Oltre a questo tutto l'impianto organizzativo di AssoCounseling è fin dal primo giorno impostato per essere in regola con una futuro accreditamento interno del proprio sistema di qualità.

Abbiamo poi effettuato ingenti investimenti nell'elaborazione e nella costruzione di una piattaforma informatica che consentisse una snella ed agevole gestione di tutte le aree di lavoro: soci, scuole, fornitori, CRM, etc. Tutti i documenti di AssoCounseling sono totalmente digitalizzati e centralizzati attraverso un sistema che ne consente la gestione on e off line. Il prossimo anno inoltre dovremo attivare, in via sperimentale, la nuova tecnologia del cloud computing, rendendo così accessibili tutti i dati da qualunque parte d'Italia.

Insomma... noi siamo pronti! E speriamo che questo nuovo Governo di transizione riesca ad imprimere un'accelerata a tutto il processo.

Voglio infine approfittare di questo breve comunicato per fare i miei personali auguri a tutti voi, fermo restando che a breve arriveranno quelli 'ufficiali' dell'associazione.

Tutti i documenti, le Leggi e le norme citate in questo comunicato sono disponibili per i soci nella sezione della documentazione professionale.

titolo: Qualcosa si muove all'orizzonte
autore/curatore: Tommaso Valleri
fonte: AssoCounseling
data di pubblicazione: 20/12/2011
tags: liberalizzazioni, associazioni professionali, riforma

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2024 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.