Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è sabato 13 luglio 2024

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Counseling Day 2023


 
AssoCounseling, insieme al gruppo AssoLGBTQ+, celebra di nuovo il 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omolesbobitransfobia. In questi anni la nostra associazione ha fatto passi importanti per affermare con sempre maggiore determinazione che l’inclusione e la piena partecipazione di tutti i soci e di tutte le socie sono valori fondanti, sui quali non intendiamo recedere, ma che anzi desideriamo proseguire, incrementando il nostro impegno culturale, professionale e politico.

È un cammino frutto di una politica associativa ben precisa e consapevole, che vede come centrale il tema del rispetto e della prevenzione di ogni forma di discriminazione.

Siamo ben consapevoli che non è così ovunque. La stagione dei diritti relativi all’orientamento sessuale e all’identità di genere è giovane e per questo fragile e delicata.

La legislazione di molti paesi, la politica e la comunicazione seguitano ad alimentare pensieri e pratiche omofobiche e pericolose per tutti e tutte.

Questo accade purtroppo anche nei contesti professionali.

Le cosiddette “pratiche riparative” o “pratiche di conversione” pretendono di cambiare l’orientamento sessuale delle persone, da non-eterosessuali a eterosessuali.

Gran parte delle associazioni di counseling, psicologia e medicina nel mondo hanno condannato in modo inequivocabile queste pratiche, considerate prive di ogni fondamento scientifico e contrarie ai diritti delle persone, ai limiti della tortura. In molti paesi queste attività sono state dichiarate fuori legge e i professionisti che le attuano ne rispondono in tribunale.

Non di meno, nel nome di una perniciosa idea di libertà scientifica, le pratiche riparative continuano a trovare professionisti che le effettuano e famiglie che obbligano i loro congiunti a sottoporvisi. Il film Boy Erased di Joel Edgerton è una storia esemplare.

Anche in Italia esistono centri in cui le pratiche riparative vengono attuate, con la connivenza di esponenti afferenti a vari campi – educazione, religione, pedagogia, psicologia, e anche counseling.

La riflessione sulla nostra cultura professionale porta senza esitazione ad affermare che AssoCounseling è contraria a questo tipo di azione, a qualunque livello essa venga implementata, in quanto lesiva della dignità della persona, discriminandola per l’orientamento non-eterosessuale.

Il nostro 17 maggio grida senza esitazione il diritto di ogni persona di esprimere la propria identità di genere e di poter scegliere chi amare.

Siamo orgogliosamente e gioiosamente insieme alle socie e ai soci per celebrare il nostro 17 maggio.

titolo: AssoCounseling celebra la Giornata internazionale contro l’omolesbobitransfobia
autore/curatore: Segreteria
fonte: AssoCounseling
data di pubblicazione: 17/05/2023
tags: discriminazione, IDAHOBIT, inclusione, omofobia, omolesbobitransfobia, orientamento sessuale

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2024 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.