Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è giovedì 30 maggio 2024

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Counseling Day 2023


 
'Counselling, con due elle, nella versione inglese e Counseling, con una sola, nella dizione americana', precisa subito Paolo Cruciani, vicepresidente dell'Ordine degli Psicologi del Lazio, 'hanno due storie diverse ma nascono entrambi dal progressivo ridursi delle figure di mediazione nella società: emergono così nuove professioni di aiuto che si declinano a partire dalle competenze e dalla formazione del counselor'. Possono così esistere counselling educativi, sanitari pastorali, filosofici o, appunto, psicologici.

'Lo sportello all'ateneo La Sapienza, come quelli nelle scuole', continua Cruciani, 'ha questa specificità: si tratta di colloqui su problemi oggettivi e situazioni specifiche che riguardano l'immagine di sé, gli aspetti adattativi, di strategia e relazionali, si aiuta così ad ottimizzare le risorse che ciascun individuo ha in sé. Cosa diversa dall'intervento psicoterapeutico, che riguarda situazioni patologiche: lo psicoterapeuta non si limita a chiarire l'esistente ma si interviene per mutare qualcosa. Parliamo di trasformazioni, non di ottimizzazioni. E lo psicoterapeuta ha un percorso di formazione post-laurea e un Albo specifico. Ma noi, come Ordine degli psicologi, auspichiamo formazione specifica anche per il counselling psicologico'.

Esistono tecniche di counselling, basate sul colloquio, e aggunge il vicepresidente dell'Ordine, 'si tratta di tecniche sofiosticate con corsi di formazione dai 3 ai 6 anni'. Sta alla deontologia e professsionalità delle varie figure sapere i limiti del proprio intervento e consigliare e indirizzare allo specialista la persona che cerca aiuto, sottolinea Cruciani, 'il confine in ambito psicologico non è netto, ma fatto di gradazioni diverse'.

E intanto si fa spazio il Counsellor filosofico (il 12 aprile a Roma anche una convegno di confronto tra psicoterapia e consulenza filosofica: 'Dalla maieutica al transfert'), 'una sorta di padre spirituale laico, che affronta temi esistenziali, tratta dei valori', è la tesi di Cruciani, 'ma deve avere nozioni psicologiche, come gli insegnanti a scuola (e ne hanno ancora poche!), ma evitiamo equivoci e confusioni nell'interese degli utenti, non certo per spirito corporativo'.

titolo: Counselling, nuove professioni di aiuto
autore/curatore: Maurizio Paganelli
fonte: La Repubblica
data di pubblicazione: 06/03/2008

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2024 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.