Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è martedì 25 febbraio 2020

   .: Come iscriversi
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Definizione di counseling
 
   .: Cerca un socio
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
 
   .: Elenco scuole
   .: Corsi triennali
   .: Corsi di specializzazione
   .: Corsi di aggiornamento
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti

Gli eventi di AssoCounseling


 
Bell'iniziativa: lo sportello filosofico da parte del ComuneSarebbe ora che la smettessero gli Ordini regionali degli psicologi, e quello nazionale, di lanciare strali contro le nuove professioni impegnate nelle relazioni d’aiuto. Ha cominciato quello lombardo con diffide pesanti nei confronti di counselor e scuole di counseling, accusandoli di abusivismo nella professione. Ma è un discorso lungo; forse ve ne parlerò la prossima settimana.

Ora è l’Ordine degli psicologi pugliesi a prendersela con un’iniziativa che virtuosa è dir poco. I fatti: a Corigliano d’Otranto, un paesino di seimila abitanti a sud di Lecce, l’amministrazione comunale ha approvato un progetto complesso, intenso, innovativo e coraggioso dal titolo Salento che pensa. Il progetto si fonda su iniziative rivolte ai singoli e alla collettività: seminari, incontri, laboratori, sportello di consulenza. La parola filosofico qualifica tutte le proposte, ad una ad una. A leggere la delibera della giunta comunale di maggio si ha l’impressione di sognare. Sono usate espressioni del tipo: inconscio collettivo, coscienza ferita, conoscenza socratica del sé, passioni tristi, “viaggio iniziatico e in divenire”. Non sembra vero! Ma già l’estate scorsa era stata approvato il progetto “Parco filosofico, le strade dei pensatori”. E il sottotitolo di Salento che pensa è addirittura La meraviglia filosofica nel villaggio culturale. Il sindaco Ada Fiore lo definisce “un modo per passare dall’Imu all’anima”: mica male, eh? Un sindaco che cita l’anima!

La delibera spiega chiaramente cos’è la consulenza filosofica, le sue origini (una vera e propria disciplina nata in Germania nel 1981 ad opera di Gerd Achenbach), a chi è rivolto: “a tutti coloro che bisognosi di collaborazione per affrontare problemi esistenziali, morali, decisionali, siano ciononostante sani, cioè non affetti da psicopatologie”. Ribadisce, inoltre, la specificità della pratica, distinguendola dalla psicoterapia:” Non opera con tecniche psicologiche, non si occupa di inconscio e non ricerca nel passato le cause del sintomo, ma guarda al futuro lavorando razionalmente e realisticamente sul presente”. Più chiaro di così! . Eppure, ancora una volta, gli psicologi sono insorti, parlando ancora una volta di abusivismo e appellandosi alla salute pubblica.

Speriamo che l’attenzione richiamata su Corigliano, nazionale e internazionale (ne ha scritto La Repubblica e persino The guardian) mettano a tacere le proteste di chi fa finta di non capire, preoccupato solo della propria sopravvivenza (ma di questo, vi parlerò la prossima settimana). Torniamo allo sportello di consulenza filosofica. Gli incontri individuali sono al massimo dieci, dice la consulente filosofica, Graziella Lupo, specializzata alla Ca’ Foscari di Venezia nella scuola di Umberto Galimberti; non di più, per evitare che il consultante rimanga “in una specie di limbo”. Bandito il termine paziente, si parla di cliente (esattamente come nel counseling, anche se la consulenza filosofica è diversa dal counseling: non è una vera e propria relazione d’aiuto, ma un dialogo che, partendo dalla narrazione delle difficoltà o dalle domande esistenziali, amplia l’orizzonte del soggetto in una relazione paritaria con il consulente, semplice accompagnatore). I prezzi sono popolarissimi: quindici euro ad incontro.

Tanti auguri alle iniziative di Corigliano, perché se l’Ordine degli psicologi dovesse avere la meglio, facendo chiudere lo sportello, ne risentirebbe l’impianto complessivo del progetto, di cui le consulenze individuali sono un utilissimo approfondimento. Tutti gli abitanti del paesino pugliese e gli ospiti sono coinvolti in questo clima di responsabilità e partecipazione, di amore per la sapienza (che è l’origine del termine filosofia). Auguriamoci, poi, che l’esempio sia seguito da altri paesi italiani, e che anche loro comincino a pensare “di meno all’Imu e di più all’anima”.

titolo: Bell'iniziativa: lo sportello filosofico da parte del Comune
autore/curatore: Margherita Fratantonio
fonte: La Sesia Online
data di pubblicazione: 24/07/2012
tags: counseling, consulenza filosofica, corigliano, ordine psicologi

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2020 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.