Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è martedì 26 maggio 2020

   .: Come iscriversi
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Definizione di counseling
 
   .: Cerca un socio
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
 
   .: Elenco scuole
   .: Corsi triennali
   .: Corsi di specializzazione
   .: Corsi di aggiornamento
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti

Gli eventi di AssoCounseling


 
Domande da fare ad un counselor......prima di impegnarsi in un contratto di counseling. Questa informazione è pensata per assistere il pubblico ad identificare e selezionare un counselor professionista. Per AssoCounseling la tutela dell'utenza è un obiettivo primario. Ecco alcune dmande che un potenziale cliente dovrebbe porre ad un counselor:

1. Aderisci e fai riferimento ad un codice deontologico che sottolinei i miei diritti? Posso averne una copia?
Un counselor dovrebbe fare riferimento in maniera esplicita ad un codice deontologico.

2. Hai un'assicurazione d'indennità professionale?
Un counselor dovrebbe avere un’assicurazione che copre il rischio derivante dall’esercizio della professione.

3. Sei un membro regolarmente accreditato presso un'associazione professionale di categoria di counselor?
Un certificato di registrazione e attestazione di competenza attuale, datato e firmato dovrebbe essere esposto nello studio di counseling.

4. Ricevi regolarmente una supervisione professionale?
La supervisione professionale è un indicatore molto importante della serietà del professionista.

5. Effettui aggiornamento professionale con regolarità?
Un counselor dovrebbe sempre aggiornarsi professionalmente per il proprio ambito di competenza.

6. In che modo viene tutelata la mia riservatezza?
Un counselor dovrebbe sempre far riferimento alle Leggi nazionali in tema di privacy e al proprio codice deontologico.

7. Quali sono le tue qualifiche riguardanti il counseling e che tipo di eventuale riconoscimento hanno?
Tutti i diplomi dovrebbero essere accreditati attraverso o autorità statali o da associazioni professionali di categoria.

Inoltre potrebbe essere opportuno sapere:

8. Con quale orario operi? Devo prendere appuntamento?
9. Qual è il tuo costo orario? Ci sono altri costi che dovrei conoscere?
10. Quanto dura una sessione normale di counseling individuale, di coppia, familiare o di gruppo?
11. Cosa succede se la sessione prosegue olt re il tempo stabilito?
12. Quali sono i miei diritti in caso di interruzione?
13. Prendi appunti? Cosa ne fai? Posso leggerli? Se no, perché?

Se un counselor risponde NO a una qualsiasi delle domande 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7, tale counselor potrebbe NON raggiungere gli standard minimi per tale attività.

Il counseling in Italia non è una attività professionale regolamentata, e ciò significa che ognuno può dichiarare di essere un counselor. Se scegli un counselor che è membro (non uno studente o un semplice associato) di un'associazione professionale di categoria nazionale, allora puoi essere sicuro che il counselor possegga gli standard minimi richiesti. Tali standard includono una formazione rilevante, l'esperienza, la supervisione professionale e lo sviluppo professionale continuo.

Se hai qualunque dubbio sul possesso degli standard minimi da parte del counselor, telefona o invia una eMail ad AssoCounseling.

titolo: Domande da fare ad un counselor...
autore/curatore: Giovanni Turra
fonte: AssoCounseling
data di pubblicazione: 24/01/2011
tags: counseling, tutela, diritti del cliente, assocounseling, associazione professionale di categoria

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2020 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.