Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è lunedì 14 giugno 2021

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Gli eventi di AssoCounseling


 
Lorenza Ratti è vicepresidente Ancit e consigliere del CoLAP, il Coordinamento delle Libere Associazioni Professionali. In vista degli Stati Generali del Colap, che si riuniranno il prossimo 22 ottobre a Roma a Villa Miani, le abbiamo chiesto di fare il punto della situazione.

A che punto è la lotta per il riconoscimento?
La lotta continua e come tutte le lotte a volte finiscono vittoriose, a volte occorre accontentarci di un pareggio. A noi, più che le singole battaglie, interessa l´intera guerra, se così possiamo definirla. Di riconoscimenti negli anni ne abbiamo ottenuti tanti e questo ci permette di rimanere sul mercato e di lavorare con sempre maggiore professionalità. Gran parte delle libere associazioni, tra cui l´Ancit, da tempo ha superato il primo step per il riconoscimento; ora stiamo aspettando che il Ministero di grazia e giustizia proceda con l´emanazione dei decreti di individuazione di quelle associazioni giudicate rappresentative a livello nazionale. Ovviamente il Colap è molto attento e segue passo passo tutti gli interventi della classe politica.

Perchè occorre insistere sul riconoscimento delle associazioni? Non sarebbe più semplice aderire agli ordini come fanno in tanti?
La consulenza può essere espletata da tutti, la nostra attività non ha «riserve» di legge. Oggi più che mai è necessario che nuove professionalità vengano riconosciute e che attività come la nostra possano continuare a lavorare liberamente, senza continui inciampi. Il fatto di essere organizzati con il sistema associativo può solo essere considerato un segno di modernità e di snellezza gestionale. Perchè pensiamo che essere iscritti a un albo possa dare più credibilità a un professionista? Lo vorrei chiedere ai miei clienti e a tutti quelli dei miei colleghi. Noi, vorrei ricordare, siamo stati tra i primi a obbligare i nostri iscritti a sottoscrivere la polizza assicurativa professionale, che garantisce non tanto il professionista, quanto l´utente finale del servizio; inoltre per primi abbiamo costituito un Fondo di Garanzia, sempre rivolto ad aiutare l´utente in particolari casi di inadempienze da parte di alcuni professionisti, ad esempio per impossibilità a causa di motivi di salute.

Un bilancio dei suoi due anni come consigliere Colap
Posso affermare senza esitazioni che il bilancio è in attivo. Spostarsi spesso a Roma per gli incontri è faticoso e toglie molto tempo alla nostra attività, però dà anche molte soddisfazioni. Siamo consci di lavorare per un esercito di professionisti senza albo, ma sempre preparati al massimo e aggiornati, non solo perchè la nostra associazione lo pretende, ma anche per sincera dedizione al lavoro e ai propri clienti. Questa militanza mi ha fatto conoscere altri colleghi molto motivati, pronti a mettersi in gioco e a combattere, per il bene degli utenti finali dei servizi. È utile ripetere ancora che non serve un esame abilitante per dire che sei capace di lavorare, il giudice per eccellenza è il mercato.

Cosa possiamo aspettarci dagli Stati Generali del 22 ottobre?
Gli Stati Generali vogliono essere un momento di incontro con il mercato, oltre che con le Istituzioni e i politici. Il Colap ha pensato quindi di organizzare un incontro aperto a tutti per far conoscere agli utenti finali, i fruitori dei servizi, chi sono questi professionisti alla ricerca del riconoscimento per quello che sanno veramente fare, senza voler invadere il campo di nessuno. Sono certa che ci riusciremo e che sarà un grande successo. Colgo l´occasione per invitare tutti i colleghi a partecipare all´evento, che si svolgerà a Roma a Villa Miani.

Ritiene che il Colap sia efficace? Che iniziative nuove dovrebbe prendere?
Sicuramente è importante che il Colap ci sia, la sua efficacia l´ha dimostrata nel tempo facendo conoscere alla classe politica il mondo sconosciuto delle associazioni professionali e riconoscendo di fatto tutti i professionisti iscritti. E´ certo che si può e si deve migliorare, per esempio facendo nascere sezioni regionali del Colap e anche aprendo, all´interno dei vari «palazzi», un nostro ufficio di rappresentanza.

titolo: Stati generali per il CoLAP
autore/curatore: \
fonte: Italia Oggi
data di pubblicazione: 02/09/2010

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2021 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.