Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è martedì 7 dicembre 2021

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Gli eventi di AssoCounseling


 
Leggo con piacere che (mi permette di scrivere finalmente?) anche Repubblica sta cominciando a dare voce alla platea dei professionisti intellettuali. Mi rammarica però constatare come il focus di discussione ponga i riflettori soltanto sulle professioni con ordini o collegi che rappresentano solo una parte del mondo professionale italiano (quella tutelata e garantita). Esistono invece moltissime altre professioni che l´ordine non ce l´hanno (e non lo vogliono) che stanno affrontando questo momento di crisi cercando di rinnovarsi per stare sul mercato. Per capirci sono gli archeologi, i biotecnologi, i bibliotecari, i consulenti di formazione, i counselor, gli amministratori di condominio, i pubblicitari, gli informatici, gli optometristi, gli psicomotricisti, i pedagogisti, etc.

Un nucleo di 3,5 milioni di persone che svolgono professioni sicuramente intellettuali, in molti casi più di quelle raggruppate in ordini e collegi, che da anni si battono per chiedere una qulache forma di regolamentazione e di tutela. Peraltro il tavolo convocato dal Ministro Alfano per lo scorso 15 aprile li ha ingiustamente e a priori esclusi dal dibattito sulla riforma delle professioni, mentre per chi conosce la materia, è chiaro che l´ammodernamento del sistema professionale italiano e il recupero della competività del nostro paese non può che passare dalla creazione di una forte sinergia tra ordini ed associazioni.

E' questo il nodo da sciogliere per portare a compimento la riforma, non certo il ripristino o meno delle tariffe obbligatorie (che non penalizzano i giovani, come alcuni sostengono, anzi!) o l'ampiezza della possibilità per il professionista di fare 'pubblicità' o l'eliminazione delle 'lenzuolate Bersani' con il reintegro dei vecchi privilegi.

titolo: In difesa dei senza albo
autore/curatore: Giuseppe Lupoi
fonte: La Repubblica
data di pubblicazione: 10/05/2010

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2021 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.