Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è mercoledì 16 ottobre 2019

   .: Come iscriversi
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Definizione di counseling
 
   .: Cerca un socio
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
 
   .: Elenco scuole
   .: Cerca un corso
   .: Promuovi un corso
   .: Formazione continua
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti

Gli eventi di AssoCounseling


 
Riconoscimento inderogabile. Questo il monito unitario delle libere associazioni alla politica, lanciato ieri nel corso delle audizioni sulla riforma delle professioni alle commissioni giustizia e attività produttive della Camera dalle due sigle di rappresentanza, Colap e Assoprofessioni-Cna. Una richiesta ancora più forte viste le ultime prese di posizione di governo e Parlamento nei confronti del mondo delle associazioni, con la relatrice alla riforma, Maria Grazia Siliquini, che ha più volte ribadito la necessità di procedere con una legge di principi che regolamenti solo gli ordini, dicendo quindi addio all´ipotesi di un sistema duale.

«Il nostro paese ha bisogno di avviare un processo di riforma delle professioni e di dare regole al mondo delle associazioni professionali», ha detto il presidente del Colap, Giuseppe Lupoi, «nel corso delle passate legislature abbiamo potuto constatare l´impossibilità di giungere a un testo di riordino che da un lato riformi gli ordini e dall´altro riconosca le associazioni professionali. Per questo riteniamo opportuno procedere separatamente. Ma una cosa è certa: tentare di arginare il fenomeno delle libere associazioni professionali, facendo finta che non esista o provando a declassarlo a prestazione artigianale piuttosto che professione intellettuale, come possiamo leggere dai resoconti delle audizioni del Cup, è inaccettabile e dimostra un atteggiamento miope di chi non vuole accettare il fatto che il sistema duale è già sotto i nostri occhi».

Per il Presidente Colap, infine, «i professionisti associativi esistono, hanno il loro mercato ed una forte fidelizzazione dei loro clienti e le associazioni professionali, alle quali questi professionisti sono iscritti, esistono e propongono un sistema aperto, fanno formazione continua, fanno controllo deontologico e rilasciano attestati di competenza».

Anche Assoprofessioni-Cna ha puntato sulla necessità del riconoscimento. «Serve un attestato di competenza rilasciato alle associazioni da un ente certificatore terzo», ha spiegato il presidente, Giorgio Berloffa, «siamo comunque per un sistema duale, perchè nel mondo delle professioni esistono due professionisti: uno della filiera degli ordini, l'altro dev'essere un professionista riconosciuto». Nel corso delle audizioni è intervenuto anche il segretario generale di Assoprofessioni, Roberto Falcone (tributaristi-Lapet). «L'Istat ha riscontrato l'esistenza sul mercato di 811 attività professionali», ha detto, «tali attività, combinate tra loro, danno vita ad un numero imprecisato di profili professionali. Nonostante queste cifre, però, finora non c´è stata una doverosa regolamentazione di queste figure». Intanto il Cup ha diramato una nota per smentire i dati pubblicati nei giorni scorsi dalla stampa sul numero di soggetti privi di albo che esercitano una attività professionale.

«Il Colap sostiene che sono oltre 3 milioni», afferma Roberto Orlandi, vicepresidente del Cup, «ma si tratta di una gigantesca «balla». Il riscontro del dato numerico dei «senza Albo» è ottenibile con estrema facilità posto che, dalla «riforma Dini» della previdenza (1996), chiunque svolga una attività autonoma con partita Iva è obbligato a iscriversi ad una Gestione previdenziale. I professionisti senza albo, in particolare, hanno l'obbligo di iscriversi alla gestione separata Inps, da dove emerge che 225 mila è il numero massimo possibile di professionisti senza albo».

titolo: Associazioni, riconoscimento subito
autore/curatore: Gabriele Ventura
fonte: Italia Oggi
data di pubblicazione: 02/12/2009

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2019 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.