Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Iscrizione | Esame di iscrizione | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è martedì 16 luglio 2019

   .: Iscrizione
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Definizione di counseling
 
   .: Cerca un socio
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
 
   .: Elenco scuole
   .: Cerca un corso
   .: Promuovi un corso
   .: Formazione continua
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti

Gli eventi di AssoCounseling


 
A meno di tre giorni dal decimo convegno nazionale di AssoCounseling che, quest’anno, si terrà a Bologna e che vedrà la presenza di oltre 1.000 professionisti, Quotidiano Sanità pubblica una surreale nota dell’Ordine degli psicologi dell’Emilia Romagna.

L’Ordine emiliano infatti, con straordinaria tempistica, intende chiarire la propria posizione sul tema del counseling, sostenendo che i counselor professionisti non darebbero alcuna garanzia all’utenza. A differenza, ovviamente, di quanto farebbero gli psicologi “regolarmente iscritti all’albo”.

«Come già accaduto in passato – interviene duramente il Segretario Generale di AssoCounseling, Tommaso Valleril’Ordine perde decisamente una buona occasione per tacere. Non pago della batosta presa al Consiglio di Stato meno di 3 mesi fa, mette in atto le medesime modalità comunicative di sempre: screditare un’altra categoria professionale con il fine di accreditare la propria».

«L’Ordine inoltre – prosegue Valleriarriva a stravolgere la lingua inglese sostenendo che il counseling letteralmente significherebbe “semplicemente consulenza”, con buona pace dei cultori della lingua della Regina Elisabetta i quali sono costretti a sorbirsi l’inglese maccheronico in salsa bolognese propinato dall’Ordine degli psicologi».

L’Ordine, nella breve nota, intende inoltre puntare il dito sull’assenza di una Legge statale che regolamenta il counseling, ritenendo che questa mancanza rischi di creare gravi danni alla popolazione.

Ma non vi è niente di più falso, tendenzioso e giuridicamente infondato!

«Proprio il Consiglio di Stato – interviene il Presidente di AssoCounseling Alessandra Caporalecon la Sentenza n. 546/2019 chiarisce bene l’orientamento del Legislatore in merito al varo della Legge 4/2013: fornire ai professionisti non ordinisti una disciplina specifica orientata primariamente proprio alla tutela dell’utente finale».

L'Ordine inoltre, parafrasando la

titolo: I counselor non hanno bisogno di screditare gli psicologi per affermare se stessi
autore/curatore: Ufficio Stampa
fonte: AssoCounseling
data di pubblicazione: 03/04/2019
tags: Ordine degli psicologi, Emilia Romagna, Bologna, Sentenza 546/2019, counseling, counselor, mental coach

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2019 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.