Home | Elenco iscritti | Elenco scuole | Aggiornamento | Supervisione | Eventi | Come iscriversi | News | Rassegna stampa

Vai alla home page
Oggi è mercoledì 26 gennaio 2022

   .: Come iscriversi
   .: Attestato ex Legge 4/2013
   .: Esami
   .: Assicurazione
   .: Codice deontologico
 
   .: Cerca un counselor
   .: Informazioni utili
   .: Linee guida
   .: Sportello utente
   .: Definizione di counseling
 
   .: Enti di formazione
   .: Corsi triennali
   .: Specializzazioni
   .: Aggiornamenti
   .: Aggiornamenti on line
 
   .: Chi siamo
   .: Cosa facciamo
   .: Gruppo dirigente
   .: Recapiti e contatti
   .: Coordinate bancarie

Gli eventi di AssoCounseling


 
Il ministero della Giustizia accelera sulle professioni, con l’avvio di tre tavoli tecnici su: geografia degli Ordini, sistemi elettorali, formazione e tirocinio. Ieri si è svolto a via Arenula l'incontro preparatorio, in cui sono stati scelti i temi con cui partire e l’iter da seguire. Presenti i presidenti degli Ordini e dei rappresentanti del Cup e della Rete delle professioni tecniche (Rpt). Il ministero ha chiesto alle professioni di indicare, entro dieci giorni, i nominativi di chi sarà presente ai tavoli e di inviare eventuali proposte. «Noi manderemo nominativi e proposte entro un paio di giorni – afferma Armando Zambrano, portavoce della Rpt – è da tempo che siamo pronti per partire. La Rete manderà due o tre nominativi per tavolo - prosegue Zambrano - saranno i presidente delle nove professioni della Rete».

Il Cup, che ha costituito un dipartimento legislativo, indicherà per ogni tavolo nomi di rappresentanti tecnici, che si faranno portavoce delle necessità dei 17 Ordini aderenti. Dove necessario, saranno avviati approfondimenti sulle singole professioni. «Sono tavoli che tengono conto delle necessità che abbiamo segnalato al ministero – spiega Marina Calderone, presidente del Cup –. La geografia degli Ordini, per esempio, deve tenere conto delle modifiche avvenute in questi anni, penso alla nascita di nuove province e la nuova geografia giudiziaria, anche alla luce dei consigli di disciplina previsti dalla riforma». Esistono Ordini numerosi ma anche Ordini molto piccoli, con necessità organizzative e gestionali difficili da attuare con l’attuale sistema. In merito alla formazione «esiste un iter eccessivamente burocratico – afferma Calderone – che è necessario rivedere». E sul terzo tavolo, quello relativo ai sistemi elettorali, si sente la necessità di allineare i meccanismi mentre ora ogni professione segue un sistema diverso e non sempre al passo con i tempi.

Cup e Rpt lavorano in sinergia per accelerare i tempi e semplificare il più possibile l’attività. Secondo Calderone, prima di fine anno a i primi tre tavoli saranno avviati. Zambrano si dice soddisfatto, anche se ammette che i temi cari alla Rete erano altri: le società tra professionisti e l’assicurazione obbligatoria. «Argomenti che se non tratteremo con la Giustizia – conclude Zambrano – affronteremo con il ministero dell’Economia».

titolo: Restyling sulla riforma degli Albi
autore/curatore: Federica Micardi
fonte: Il Sole 24Ore
data di pubblicazione: 04/12/2014
tags: riforma professioni, ordini professionali, associazioni professionali

Home | Privacy | Note legali | Sportello utente | Contatti | Partnership | RSS

© 2009-2022 AssoCounseling. Codice fiscale 97532290158. Tutti i diritti riservati.